Trenino Barocco
Modica

La storia di Modica

La città di Modica si estende sulla parte meridionale dei Monti Iblei.

E’ distesa su un ampio altopiano e si aggrappa alle pareti rocciose delle cave che lo attraversano. Secondo un’antica legenda, Modica sarebbe stata fondata da Ercole. L’eroe avrebbe fondato in Sicilia tre città, cui avrebbe dato il nome di Motia, in onore della bella donna greca che gli avrebbe indicato i posti dove trovare i buoi sottratti al gigante Gerione in Spagna.

Le prime notizie di insediamenti siculi in quest’area risalgono all’ottavo secolo a.C., all’epoca delle colonie greche in Sicilia. La città conobbe poi un periodo di grande prestigio sotto gli Aragona di Spagna. La lunga permanenza degli spagnoli ha lasciato dei forti segni nel dialetto, nella tradizione gastronomica, nei monumenti, nell’architettura della città e nell’arte barocca.

Nel 1693 un terribile evento sismico distrusse tutta l’area della Contea, ma la ricostruzione della città fu rapida e alla fine Modica si trovò ad essere ancora più bella e importante, secondo l’estetica barocca. Modica Alta, inizialmente adagiata in alto sull’altopiano della Pianta, si distese verso il fondo valle dove si sviluppò Modica Bassa; il nuovo quartiere si affacciava su due corsi d’acqua, che, all’altezza della Torre dell’Orologio, si univano in un unico torrente oggi coperto: il Moticano.

In seguito alla grande alluvione del 1902, il Moticano venne coperto per evitare nuove esondazioni, la città perse i suoi fascinosi ponti e i suoi mulini ma acquistò una nuova importante arteria. Nacque così il Corso Umberto I, attorno al quale si sviluppò il quartiere più importante della città. Il disegno del centro storico rimane comunque incantevole: case, palazzi barocchi e grandiose chiese si rincorrono sui fianchi delle colline.

I tanti punti panoramici che Modica offre permettono di osservare tutti i suoi suggestivi quartieri: gli stretti vicoli e le ripide scalinate si aprono davanti a stupendi monumenti.

Nel 2002, insieme ad altre sette città del Val di Noto, è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco.

Trenino Barocco vi guiderà attraverso i particolari vicoli che caratterizzano la città di Modica, raggiungendo, dal Corso Umberto I nella parte bassa della città, Modica Alta, parte antica, dove vi mostrerà il maestoso Duomo di San Giorgio.

Un ricco calendario di feste popolari religiose e di spettacoli tradizionali attira una forte partecipazione non solo da parte degli abitanti della Contea, ma anche di tanti appassionati e turisti da tutto il mondo.

L’immancabile banda musicale, i fuochi pirotecnici, il suono delle campane, le lunghe processioni e le tradizionali bancarelle sono da sempre gli elementi caratteristici di questi appuntamenti: un connubio folcloristico di usanze e costumi che rende le tradizioni della Contea tra le più caratteristiche dell’isola. Le feste dedicate ai due santi patroni della città, vale a dire San Giorgio e San Pietro, sono le più sentite. Ma il rito più originale è senza dubbio quello della Madonna Vasa Vasa, che caratterizza la Pasqua modicana. L’incontro e l’abbraccio tra le statue della Madonna e del Gesu’ Cristo risorto sono uno spettacolo a cui non si può mancare.

A Modica potrete respirare le atmosfere vissute da Montalbano: la città è infatti sede del set televisivo famoso in tutto il mondo, “Il Commissario Montalbano”.

Modica è famosa anche per la produzione di cioccolato. Lavorato a freddo, il cioccolato modicano è un dolce tipico della città che ha ereditato questa tradizione dai dominatori spagnoli nel Cinquecento. Inizialmente tramandato come dolce tipico delle famiglie nobili è diventato di uso comune negli ultimi anni e prodotto ricercato in tutto il mondo.

Nel periodo di dicembre, Modica diventa capitale del cioccolato in Italia: il ChocoModica, festival siciliano del cioccolato, celebra, in quattro giornate, il tipico cioccolato modicano, tra degustazioni guidate, visite ai monumenti, concerti, laboratori per bambini e molto altro. Visitare Modica con Trenino Barocco è un’occasione da non perdere per assorbire usi, costumi, tradizioni, arte e storia, accompagnati dalla nostra guida, e vivere un’esperienza unica!

Leggi di più
Per info e prenotazioni, attivo dalle 9:00 alle 13:00

I luoghi del Tour di Modica

Corso Umberto 1, 141​
Partenza - Il centro storico della città è la culla del barocco in ogni suo elemento
Palazzo San Domenico - Trenino Barocco
Palazzo S. Domenico
Sede del Comune di Modica, un tempo sede del Convento dei Domenicani
San pietro - Trenino Barocco Modica
Chiesa di S. Pietro
Il Duomo di San Pietro, con la una monumentale scalinata abbellita dalle statue dei 12 apostoli
Chiesa di S.M. Soccorso
Un luogo di culto ubicato con l’annesso Collegio dei Gesuiti lungo Corso Umberto
Duomo di S. Giorgio
Chiesa Madre della città di Modica e primo esponente del Barocco
Castello dei Conti
Costruito nel 300’ era una struttura difensiva della Contea di Modica
Palazzo Napolino Tommasi Rosso
Costruito nel XVIII Secolo interamente in stile barocco per volere dei conti Lorefice
Chiesa di S.Teresa
Emblema del centro storico di Modica Alta, costruita nel XVII secolo e ricostruita dopo il terribile terremoto
Chiesa di S.Giovanni
La più alta tra le chiese di Modica, ha uno stile interamente barocco
Teatro Garibaldi
Teatro Garibaldi
La storia ed il fascino di un teatro che ha ospitato opere e attori di tutto il mondo
Torna su